• 22.7
  • 22.6
  • 22.5
  • 22.8
  • 22.1
  • 22.2
  • 22.3
  • 22.4
  • 22.9
  • 22.10
  • 22.11

ID proprietà : 3331

Affitto 3.583€ al mese - Villa singola
1100 8 Camere da letto 5 Bagni 5 Garage Stampa

Villa residenziale Dalmine

Villa residenziale Dalmine – Splendida villa moderna, nella zona residenziale di Dalmine, con importanti finiture e arredata elegantemente.

La superficie dell’abitazione è di mq. 1.100 su due piani + interrato finestrato abitabile, dotato di cucina, salone, camera da letto con bagno, sala fitness con attrezzi, bagno turco e sauna.
La casa è dotata di ascensore, e giardino di mq. 2.500 con la possibilità di realizzare la piscina.

Il piano terra, costituito da una grande cucina abitabile attrezzata con fuochi centrali, doppio salone e due camere da letto con bagno, si affacciano sulla terrazza e sul giardino di proprietà.

Al piano primo vi sono 4 camere da letto e 3 bagni.

Il sottotetto è costituito da un grande open-space abitabile con bagno.

Di proprietà 5 box.

La richiesta è di € 43.000 annui.

Informazioni su Dalmine

Dalmine è un comune italiano di 23.338 abitanti della provincia di Bergamo, in Lombardia.

La stazione ferroviaria di Verdello-Dalmine, posta lungo la ferrovia Bergamo-Treviglio è servita da treni regionali svolti da Trenord nell’ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Lombardia.

Fra il 1890 e il 1953 la località era servita dalla tranvia Monza-Trezzo-Bergamo, che proprio a Dalmine aveva una diramazione, attiva fino al 1947 lungo via Locatelli, a servizio delle maestranze operaie del vicino stabilimento siderurgico.

A Dalmine ha sede la facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Bergamo con i corsi di studio attivi di Ingegneria Meccanica, Edile, Informatica, Gestionale e delle Tecnologie per la salute.

A Dalmine ha anche sede il polo per l’innovazione tecnologica della provincia di Bergamo, nel quale sono attive numerose aziende dell’Information Technology.

Numerosi sono i luoghi d’interesse presenti sul territorio comunale. Delle strutture difensive medievali vale la pena menzionare presso la Biblioteca Civica la Torre Suardi, erroneamente chiamata “Camozzi”, dal nome della famiglia che ne fu proprietaria tra il 1787 e il 1936; la torre di Sforzatica e la torre di Guzzanica. Il toponimo di Piazza Castello e la forma della piazza omonima a Mariano ci ricordano l’esistenza appunto di un castello che, secondo lo Jarnut (1980), fu costruito in forma associata e quindi di proprietà comune.Come pure nel quartiere Sabbio (comune a sé fino al 1927), si suppone ci fosse intorno all’anno 1200 pure un castrache peraltro troviamo citato nella pergamena capitolare n°372 conservata nella biblioteca Angelo May a Bergamo, dove nell’elenco delle proprietà terriere dei monaci di Astino così è scritto:prima petia terra est in castro de Sabio …(1251); comunque non è il solo documento che ne cita l’esistenza.

http://fiaip.it

Altre Proprietà